Il territorio


Fondata dagli Etruschi e importante centro medievale, Perugia è una città d’arte e di storia tra le più belle d’Italia. Il capoluogo della regione Umbria gode, infatti, di un immenso patrimonio culturale facilmente ripercorribile attraverso i suoi 5 rioni, preziosi scrigni di arte e antiche tradizioni artigianali e commerciali. Perugia è tuttavia anche una città giovane, in quanto sede universitaria da oltre 700 anni, dell’Accademia delle Belle Arti, del Conservatorio Musicale e dell’Università per stranieri che le conferiscono un carattere internazionale. Brillante e vivace anche socialmente, si distingue per le sue numerose iniziative culturali come l’Umbria Jazz, la Sagra Musicale Umbra, la ricca stagione teatrale ambientata nei gioielli della città: dai piccoli teatri sperimentali alle piazzette all'aperto, per proseguire poi per gli antichi borghi e nelle tante biblioteche, felici occasioni di incontro e dibattito. Nota per la golosità della sua cucina tipica, si è anche guadagnata la nomina di "Città del Cioccolato", poiché per nove giorni l’anno, ad ottobre, si trasforma in una vera e propria cioccolateria a cielo aperto, grazie a Eurochocolate, l'evento dedicato al cioccolato per eccellenza, il più importante dell'Umbria, se non d'Italia.

Di origine Romana, Assisi è una piccola e splendida cittadina, rimasta intatta per secoli e ancora oggi protetta da una cinta muraria, costruita su uno sperone del monte Subasio. Di Asisium ancora oggi possiamo ammirare il foro, l’anfiteatro, il teatro, le domus e molti altri reperti storici inseriti in negozi o in abitazioni private. E’ nota principalmente per aver dato i natali a San Francesco, patrono d’Italia, e a Santa Chiara, che qui vissero e morirono e a cui sono dedicate le due principali basiliche, ricche di meravigliosi affreschi e universalmente riconosciute come patrimonio dell’UNESCO; esse ne custodiscono le spoglie e sono meta continua di pellegrini. Rappresentando il luogo in cui è nato l’ordine francescano, votato all’assoluta povertà, ad Assisi ogni cosa parla di Francesco ed è pertanto considerata città santa della cristianità, ricca di pace e spiritualità.

Spoleto, prima fiorente Ducato longobardo e poi importante centro dello Stato Pontificio, mantiene sostanzialmente intatto un aspetto medioevale e austero. E’ senza dubbio una delle città più incantevoli del territorio umbro, immersa nel verde, arricchita dall’arte e dalla storia. Se ne infatuarono turisti d’eccezione come Michelangelo Buonarroti e Goethe; dalla danza alla musica del Festival dei due Mondi, attira turisti nel territorio umbro da tutto il mondo. Non solo storicità e tradizione, dunque, ma anche modernità ed una cucina che accontenta tutti.

Caratteristica cittadina medievale circondata da antiche mura. Un tempo nota per la produzione di tele pregiate, dette appunto "bevagne", oggi è famosa per la rievocazione medievale del Mercato delle Gaite che si svolge ogni anno in giugno e attira moltissimi turisti italiani e stranieri

È un paesaggio che accarezza l'anima, che rilassa ed aiuta a meditare, quello che ci accompagna alla volta di Spello, una delle più belle città murate d’Italia. Un autentico museo a cielo aperto dove si respira l’aria del passato, le antiche presenze umbre, romane, medioevali e rinascimentali che contraddistinguono uno dei centri più interessanti del centro Italia.

Trevi è un borgo incantevole, tra i più caratteristici centri della regione. Ammalia chi si avventuri tra i suoi antichi vicoli, per le belle chiese, per le abitazioni in coppi e mattoncini, per i viali lastricati, per gli apprezzabili palazzi nobiliari, per le piazzette e per le finestre ed i balconi colorati dai fiori. Colpisce la sua particolare struttura urbana a cerchi concentrici, il suo intrico di stradine, lo straordinario belvedere sulla valle, le opere d’arte e gli affreschi. Sono gli ulivi i protagonisti delle campagne e delle colline di Trevi e l’olio il tesoro di questa splendida terra.

Foligno, è ubicata sul lato sud est della Valle Umbra, sulla riva sinistra del fiume Topino e vanta delle origini estremamente antiche; la città è stata edificata dagli umbri, popolazione che si stabilì sul territorio ancor prima dei romani. Il sistema urbanistico della città di oggi rispetta quello impostato in epoca romana con strade lunghe e diritte che si incrociano tra loro. Foligno è il centro commerciale ed industriale più ricco e importante della Valle Umbra e il principale centro di comunicazioni dell'intera regione. Dopo una passeggiata per le ricche vie del centro, si suggerisce una sosta rigenerante al Parco dei Canapè, apprezzato luogo di svago e di relax racchiuso dall’antica cinta muraria tra Porta Romana e Porta Todi. Affascinante attrazione turistica che merita una breve escursione fuori porta è l’Abbazia di Sassovivo, complesso benedettino fondato intorno al 1070. Solo il vento e i canti gregoriani interrompono il silenzio che domina questo luogo suggestivo immerso tra gli uliveti e i boschi. Da non perdere il Centro Italiano Arte Contemporanea, sorto sulle rovine dell’edificio che fu prima Centrale del latte, il CIAC vuole essere contenitore e promotore delle attività artistiche focalizzate sulla creatività.

Gubbio è tra le più antiche città dell'Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Architettonicamente rappresenta il capolavoro della civiltà medievale e della società due-trecentesca, articolata nelle corporazioni di arti e mestieri. Testimonianza delle sue antiche origini sono le Tavole Eugubine e il teatro romano situato appena fuori le mura. Domina dall'alto la monumentale basilica di Sant'Ubaldo, custode delle spoglie del santo patrono. Gubbio ospita capolavori architettonici che simboleggiano e richiamano la potenza di questa città-stato medievale. All'inizio del XIV secolo risale la costruzione del complesso urbanistico di palazzo dei Consoli, simbolo della città e sede museale, della piazza pensile (piazza Grande) e del palazzo Pretorio, oggi sede del Municipio.

Deruta è incastonata su una collina dominante la valle del Tevere. La città è composta da due diversi nuclei: la parte nuova e la parte più antica. A ridosso dell'antica cinta muraria si trova il borgo più vecchio da dove, salendo per tre porte dell'antico sistema difensivo, si accede al centro storico. L’artigianato, che si caratterizza principalmente per la produzione di maioliche dipinte a mano, ha conseguentemente sviluppato a livello industriale delle importanti aziende che sono un richiamo oggi per chiunque si trovi a passare in queste zone.

Il comprensorio turistico del Trasimeno si trova nell’area nord-occidentale dell’Umbria ai confini con la Toscana. Qui troviamo imponenti vestigia di epoca romana, gioielli architettonici di epoca medievale e rinascimentale. I resti che sono giunti a noi testimoniano una storia antica e travagliata, dove i castelli, le rocche, le chiese e le abbazie raccolgono e conservano le opere d’arte lasciate da maestri della pittura come il Perugino o il Pomarancio. E poi c’è il Trasimeno: questo splendido e affascinante lago si colloca in un ampio bacino aperto ad ovest verso la Valdichiana. Tutto circondato da dolci colline che si alternano a zone pianeggianti lungo le sue sponde. Terra e acqua si fondono in un paesaggio unico e incantevole, dominato dalle sfumature più varie e dai colori più intensi. Panorami mozzafiato, borghi storici in riva al lago, attività all'aria aperta, una natura pura e incontaminata dove gli antichi borghi riflettono l’intreccio e le influenze tra le due regioni, Umbria e Toscana. Ciò lo si può notare nell’architettura, nei sapori della cucina, nel folklore e nelle tradizioni dei suoi borghi più belli: Castiglione del Lago, Magione e Città della Pieve.